Utilizziamo cookie tecnici e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione e bloccare i Cookie, consulta la nostra informativa.

Il macchinario Papimi (elettromagnetoterapia pulsata)

Grazie a una particolare sonda, il macchinario Papimi® per la Terapia Enerpulse® produce impulsi magnetici PEMF molto brevi e ad alta intensità, in grado di attraversare i tessuti biologici fino a 15cm di profondità', stimolando sia bio-elettricamente che bio-chimicamente il metabolismo e le funzioni naturali delle cellule, soprattutto nelle zone di dolore. Il macchinario Papimi® per la Terapia Enerpulse® è costituito da un corpo principale che contiene una camera al plasma in cui si produce una corrente capace di portare l'aria allo stato di plasma. La corrente è incanalata dentro una sonda solenoidale, costituita da un tubo in silicone isolante multistrato che contiene aria e forma due o quattro spire concentriche. Queste emanano l'onda magnetica ad alta intensità, mentre l'impulso di corrente le attraversa. L'aria attraversata da corrente diventa plasma e produce un campo biocompatibile al 100%: esso infatti è ricco di frequenze tipiche degli elementi costitutivi dell'aria e necessari alla vita, come ossigeno e azoto. Ecco perché la Terapia Enerpulse® è del tutto naturale e recepita in modo diretto dall'organismo. Le cellule sono stimolate elettricamente e chimicamente, sia a livello di membrana che a livello mitocondriale. L'onda stimola in modo unico l'ossigenazione mitocondriale, fondamentale per la produzione di ATP e per l'attivazione dei processi di guarigione della cellula stessa. Soprattutto i dolori cronici sono spesso causati da infiammazioni, calcificazioni e degenerazioni tissutali, che determinano l'abbassamento del potenziale elettrico di membrana delle cellule; perdendo il funzionamento fisiologico e impoverendosi di ossigeno, le cellule si caricano di tossine dannose. L'impulso aiuta le cellule a guarire recuperando il corretto potenziale di membrana e il loro normale funzionamento, attivando i processi di guarigione spontanea, la ri-ossigenazione mitocondriale e l'espulsione delle tossine. L'onda magnetica prodotta è sana e biocompatibile, pertanto sicura, senza effetti indesiderati ed a rapida efficacia. Il brevetto internazionale del macchinario è unico quanto la semplicità dell'invenzione di eccitare l'aria allo stato di plasma con una corrente per emettere onde PEMF bio-compatibili.

E' questo che rende il macchinario totalmente biocompatibile, ma il successo è anche nella tecnologia del macchinario capace di emettere un impulso molto breve nel tempo della durata di 40/50 micro-secondi, con picchi inferiori al micro-secondo, cioè dell'ordine dei 100 nano-secondi, 100 x 10-9 secondi, ovvero centinaia di miliardesimi di secondo. Questo fa rientrare il macchinario anche nelle terapie a nano-pulsazioni, di cui si cominciano a trovare pubblicazioni in merito, e che non trattiamo in questa sede. Per una conversione matematica dal dominio del tempo al dominio della frequenza, secondo Fourier, l'impulso così breve si distribuisce in frequenza dagli 0 Hz verso i GHz e quindi, la sua energia è spalmata su molteplici contributi frequenziali, con una potenza media di soli 30W e un campo magnetico prodotto di soli 125 Gauss, come se il macchinario fosse un grande generatore di frequenze biocompatibili tra cui l'organismo autoseleziona quelle il cui contributo è necessario alle cellule o gruppi di cellule raggiunti dall'impulso. Questo permette di non dover selezionare manualmente frequenze specifiche che potrebbero erogare poi un contributo poco mirato, che l'organismo non è in grado di ricevere.

Ecco perché il PAPIMI® è un macchinario estremamente semplice da usare, perché la sua sonda si accoppia con l'organismo e la terapia si autoseleziona e non dipende dall'esperienza dell'operatore. E' come avere un generatore di PEMF intelligente che copre più campi di applicazione delle tecnologie che usano ELF e PEMF. La terapia Enerpulse® è considerata uno dei metodi più innovativi, rapidi ed efficaci sviluppati nella terapia del dolore ed in tutte le patologie muscolo-scheletriche-nervose, richiede poche sedute terapeutiche di breve durata: 9-18 minuti, dimezzando così i tempi di recupero e di trattamento rispetto a qualsiasi altra terapia e macchinario elettromedicale.

Contrariamente ai metodi di trattamento convenzionali, la terapia Enerpulse® consente di eliminare le cause dei dolori direttamente nella zona di origine senza la necessità di individuare il focolaio di attivazione dell'infiammazione grazie all'ampia zona di applicazione della sonda. Occorrono poche sedute per ottenere un alto tasso di successo, duraturo e definitivo. La possibilità di guarigione, o di ridurre il dolore già dopo 2-5 sedute, si attesta intorno al 90% dei casi trattati. I pazienti generalmente possono riprendere le attività sportive o il lavoro dopo pochi giorni senza limitazioni né dolori.

Scarica la brochure Papimi

Per approfondimento sulle tecniche e le strumentazioni scientifiche oppure per richieste di consulenza nel settore, contattaci per ricevere maggiori informazioni.